SEI IN > VIVERE CORIGLIANO-ROSSANO > ATTUALITA'
articolo

In che modo i colori nei videogiochi impattano sull'esperienza di un player?

3' di lettura
24

slot machine

I colori nei videogiochi rappresentano uno degli elementi più importanti, se si pensa all'esperienza del player e alle sensazioni che può provare il videogiocatore. Si parla infatti di un fattore che fa tutta la differenza del mondo, ad esempio quando si tratta di stimolare certe emozioni, o di immergere l'utente all'interno di una determinata atmosfera o situazione di gioco. In altre parole, i colori non sono semplici sfumature della scala cromatica, ma una parte integrante della narrazione, e per questo meritano un doveroso approfondimento. Vediamo dunque di scoprire in che modo i colori nei videogiochi impattano sull'esperienza complessiva del player.

Il ruolo comunicativo dei colori

I colori sono veri e propri strumenti comunicativi, dato che agiscono influenzando la percezione e le emozioni del giocatore. Il loro impiego, tutt'altro che casuale, segue delle logiche psicologiche e artistiche piuttosto precise, che mirano ad arricchire il gameplay e la narrazione del gioco. Questa logica, fra le altre cose, è applicabile a qualsiasi nicchia del gaming, anche alle slot machines online. Sebbene slots come Sweet Bonanza possano sembrare basiche o semplicistiche, in realtà mettono in campo una "potenza sensoriale" notevole, proprio per merito dei colori.

L'importanza dei colori parte dalla loro capacità di influenzare la psicologia del giocatore. Ogni tono cromatico possiede, infatti, delle proprietà intrinseche che possono indurre stati emotivi specifici. Il rosso, per esempio, viene spesso associato al pericolo, alla passione e all'eccitazione, mentre il blu può evocare stati mentali come la calma e la serenità. Questi effetti sono il risultato di numerosi studi in settori come la psicologia e il neuromarketing, dunque i colori possono realmente influenzare le nostre decisioni e i nostri stati d'animo.

L'importanza dei colori nei videogiochi

Nei videogiochi, le software house utilizzano questa consapevolezza per creare ambientazioni che risveglino specifiche reazioni nei giocatori. Nei momenti di tensione, l'utilizzo di tonalità calde e accese come il rosso può aumentare la sensazione di urgenza e pericolo, spingendo il player a compiere determinate azioni. Al contrario, durante le fasi esplorative o di riflessione, i colori freddi come il blu o il verde possono contribuire a creare un'atmosfera votata alla calma e alla tranquillità.

Oltre a suscitare emozioni, i colori servono per fornire un feedback immediato all'utente, e ancora una volta emerge la loro anima comunicativa. Un esempio chiaro è l'uso del colore per indicare il successo o il fallimento di un'azione: un oggetto che può essere raccolto o usato spesso è evidenziato in verde nei punta e clicca, mentre un'azione impossibile potrebbe essere segnalata con una sfumatura di rosso. Si tratta in tali casi di vere e proprie istruzioni su schermo, che servono al giocatore per prendere confidenza con le meccaniche del videogame.

Infine, quando si analizza il ruolo e l'importanza dei colori nel gaming, bisogna anche valutare aspetti come la saturazione e il contrasto. I colori saturi e vivaci attirano l'attenzione, e possono essere utilizzati per guidare lo sguardo del giocatore verso elementi importanti dell'ambiente o dell'interfaccia utente. Da qui si capisce facilmente come una scelta cromatica sbagliata possa compromettere l'esperienza di gioco in maniera notevole, confondendo il player.



slot machine

Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2024 alle 11:00 sul giornale del 25 aprile 2024 - 24 letture



qrcode